CHAT

Metodo Tradizionale

Il percorso di obbedienza secondo la scuola tradizionale prevede la gestione e il controllo del cane secondo uno schema preciso di subordinazione in cui tendiamo a calmare e tranquillizzare il cane che imparerà a seguire solo le nostre indicazioni.

Quando usare il metodo tradizionale

Il metodo tradizionale che prevede un controllo fatto di regole rigide, poche concessioni e un controllo fisico attraverso collare e guinzaglio è indicato per le persone che trascorrono poche ore con il proprio cane e non possono stabilire una relazione di fiducia.
Per i cani che vivono in giardino senza l’accesso a casa, e per tutte quelle situazioni in cui il metodo comunicativo – relazionale non ottiene risultati.

Sempre nel rispetto del cane

Anche se la gestione possa essere vista un po’ rigida non verrà mai utilizzata la coercizione o forme di maltrattamento del cane.
In alcuni casi sarà necessario l’uso di collari a scorrimento, guinzagli retriever, cavezza e pettorine ma solo sotto attenta formazione del proprietario al corretto utilizzo di questi strumenti.

Frequenza

2 volte a settimana per 10 incontri. È consigliato seguire successivamente i percorsi collettivi

Requisiti

Cane di età superiore ai 6 mesi.